WRC a Monza, manca poco…

WRC a Monza, manca poco…

03/10/2020 Off di Redazione

Manca solamente la conferma ufficiale, ma pare ormai cosa certa che l’ultima tappa del mondiale rally WRC 2020 sarà in Italia, tra Como e Varese, con un excursus nell’ Autodromo Nazionale di Monza.

Pare che le trattative, volute fortemente da Angelo Sticchi Damiani, siano in dirittura di arrivo e il Rally lombardo si svolgerà tra il 4 e il 6 dicembre con prove speciali nel territorio della provincia di Varese e di Como, ma anche sul tracciato monzese, in particolare con 2 prove speciali, una delle quali la prova Grand Prix, la più lunga del Monza Rally Show.

Ma le novità non finiscono qui… Pare infatti che gli organizzatori stiano cercando di portare a Monza un massimo di 20.000 spettatori, cosa inedita per questa stagione che si sta svolgendo completamente a porte chiuse!

Ma non finisce qui, pare infatti che nella tappa del rally tra gli iscritti potrebbero esserci degli special guest che si confronterebbero con gli specialisti del mondiale e il pensiero corre subito a Valentino Rossi, plurivincitore della gara spettacolo monzese.

Se da un lato questa manifestazione porterebbe visibilità sia al territorio lombardo che anche al mondiale rally stesso, non tutti sono d’accordo con la scelta, uno tra tutti Elfyn Evans, attualmente capoclassifica mondiale, che ha dichiarato : ” Se si dovesse trattare di un vero e proprio rally su asfalto potrebbe andar bene, ma quello che ho visto in passato a Monza è che tutte queste macchine si inseguono e rimangono bloccate l’una dietro l’altra facendo giri dello stesso circuito. Questo non è vero rally, a mio avviso, quindi credo che dobbiamo evitare quella situazione”.

Opinione rispettabile e condivisibile la sua, se non fosse che a Monza si svolgere berlo solamente 2 prove speciali, mentre per il resto sarebbe un vero rally su strade cittadine, con l’autodromo che avrebbe un ruolo di ciliegina sulla torta che renderebbe popolare tra i meno appassionati questa disciplina, fingendo da vera e propria cassa di risonanza per la competizione.

Non ci resta quindi che attendere l’annuncio ufficiale che dovrebbe arrivare a breve e sperare di avere finalmente un autodromo aperto al pubblico!

@ RIPRODUZIONE RISERVATA