Giornata conclusiva del GT open.

Giornata conclusiva del GT open.

13/10/2019 0 di Redazione

La domenica del GT open è stata dedicata dagli organizzatori al pilota Nanni Galli, che ci ha lasciato nella giornata di sabato nel giorno in cui proprio qui a Monza avrebbe dovuto ricevere un premio alla carriera.

Nella prima gara in programma, il Tcr Europe, vede protagonisti i due leader del campionato, Files e Briché, con il secondo che è chiamato a una impresa per recuperare il gap di punti in classifica, ma il britannico riesce a mantenere la prima posizione e laurearsi campione vincendo gara 2.

Nella gara 2 della GT Open Cup, è stato allestito un vero e proprio tributo per Nanni Galli, con la scuderia San Marino che ha deciso di schierare in griglia la sua Tecno Montecarlo dedicata al pilota scomparso, facendo fare, nonostante i problemi al cambio che hanno afflitto la vettura per tutto il weekend, al pilota David Fumanelli i primi due giri di gara in onore di Nanni.

La gara ha visto dominare nel primo stint la Lamborghini del Vincenzo Sospiri Racing guidata da Edoardo Liberati che ha fatto il vuoto, mentre Koller, che ha preso il volante nella seconda parte, ha gestito il vantaggio accumulato, ma un colpo di scena all’ ultimo giro ha rallentato la vettura, passata prima dalla Porsche di Leutwiler (che ha avuto a sua volta una gomma desciapata ed è retrocesso anch’egli nell’ultimo giro) e poi da tutte le altre auto, con Lino Curti, a lungo in terza posizione, che conquista a sorpresa il gradino più alto del podio, con la Lamborghini che ritorna in pit lane con il posteriore in fiamme.

Nell’Euroformula Open, dopo una gara serratissima a spuntarla è stato l’australiano di casa Red Bull Liam Lawson su Tsunoda, in una gara chiusa sul tempo massimo a causa di una lunga safety car dovuta ad un brutto incidente all’uscita della seconda di Lesmo che ha visto coinvolti Jack Doohan, trasportato al centro medico per accertamenti e Christian Hahn.

Nell’International GT Open a dominare la gara è stata la coppia Kodric – Chaves sulla McLaren del Teo Martin, mentre al secondo posto, dopo una battaglia serrata negli ultimi giri, è arrivata la McLaren di Rueda – Saravia che ha saputo respingere tutti gli attacchi della Lamborghini di Siedler – Renier.

A concludere il weekend sono state le piccole Caterham, dove a spuntarla è stato il tedesco Pascal Werhlein (omonimo dell’ex F1) in una gara a suon di sorpassi e controsorpassi, per soli 32 millesimi su Bizzet.

Il GT open tornerà a Monza il 3/4 ottobre 2020, ma settimana prossima nuovo appuntamento in pista con l’ ACI raging weekend!