Monzainpista intervista a David Fumanelli

Monzainpista intervista a David Fumanelli

11/10/2019 0 di Redazione

Nell’ambito dell’International GT Open abbiamo avuto l’occasione di incontrare e fare una chiacchierata con David Fumanelli, pilota milanese classe 1992 impegnato nelle competizioni GT con Strakka Racing.

MiP: Ciao David, è un piacere rivederti in pista nella tua Monza, l’ultima volta che ti abbiamo visto sul tracciato brianzolo è stato in concomitanza delle finali mondiali del Ferrari Challenge, partiamo proprio da qua, che ricordi hai di quella gara…

DF: Ciao e grazie a voi dell’ intervista…Cavolo che gara che è stata la finale mondiale del Challenge Ferrari, da wild card ho lottato fino all’ultimo con Nicklas Nielsen per la vittoria, peccato che l’intera mia gara è stata condizionata da un contatto che ho subito in partenza che mi ha causato un problema all’alternatore e che mi ha rallentato senza permettermi di superare Nicklas, nonostante sia stato in scia a lui per tutti i giri.

Vedendolo così attaccato davanti a me, avrei voluto speronarlo (dice ridendo NdR), ma non potevo!!!!

MiP: Veniamo a questa stagione, speravamo di vederti in pista a Monza nell’ambito del Blancpain, ma non eri nella lista dei partenti, cos’è successo?

DF: Avrei dovuto prendere parte alla gara, così come all’intera stagione del Blancpain, purtroppo all’ultimo Strakka Racing, il team per il quale corro, ha ridotto il numero di vetture schierate in griglia e sono rimasto senza sedile, ma fortunatamente dalla gara di Spa sono rientrato nel campionato con la Mercedes AMG.

MiP: Con cosa corri qua a Monza questo weekend e quali sono le sensazioni?

DF: Sono qua a Monza con la Tecno Nanni Galli, al suo esordio in pista, vettura alimentata a GPL con più di 500 cavalli, nata da un progetto di 4 anni fa e sviluppata da Peo Consonni.

MiP: Come stanno andando le prove?

DF: Nelle due prove libere disputate oggi (venerdì), siamo riusciti, dal mattino al pomeriggio, ad abbassare notevolmente il tempo sul giro, con il miglior crono di 2 minuti 1 secondo e una velocità di punta di 255 Km/h sul rettilineo del traguardo.

Purtroppo Monza non è la pista ideale, visto che le velocità di punta delle altre vetture sono superiori alla nostra e faremo anche in gara fatica a tenere la scia, però come esordio siamo molto soddisfatti del lavoro fatto e dei risultati e contiamo già con le qualifiche di domani di migliorare ancora, visto che pensiamo di avere ancora dei margini di miglioramento.

MiP: Parliamo di futuro ora, la stagione 2019 ormai sta terminando, progetti per il 2020?

DF: Nel 2020 continuerò sicuramente a correre con Strakka Racing nel Blancpain in tutti gli appuntamenti in calendario, mentre ho anche in progetto un programma sul motorsport italiano.

MiP: Grazie mille per l’intervista e in bocca al lupo per la gara della GT Open Cup.

DF: Grazie a voi dell’intervista e un saluto ai lettori di Monzainpista!