DTM al via, le parole del rookie Fabio Scherer

DTM al via, le parole del rookie Fabio Scherer

30/07/2020 Off di Redazione

Il prossimo weekend prenderà il via il campionato DTM 2020 che ha stravolto completramente il proprio calendario iniziale, cancellando purtroppo anche la tappa monzese, che sarebbe stata la prima nella storia del turismo tedesco.

Monzainpista in questi ultimi giorni ha incontrato Fabio Scherer, al suo debutto nella serie, dopo le esperienze in Formula 3 nelle ultime 2 stagioni.

MiP: Ciao Fabio, dopo questa pausa lunghissima finalmente si torna alle gare, come hai passato questo periodo?

FS: Non mi era mai capitato un periodo di stop così lungo, credo un pò come tutti, fortunatamente ho lavorato e mi sono allenato molto in vista dell’inizio.

MiP: Sei un debuttante nella categoria DTM, che sensazioni provi con la vettura e che aspettative hai per la stagione?

FS: Ho provato la vettura un paio di volte e devo dire che ho delle buone sensazioni che di conseguenza mi portano ad avere delle discrete aspettative, spero di riuscire ad andare spesso a punti e fare almeno un podio durante la stagione.

MiP: Come vedi il nuovo calendario, praticamente tutto in Germania con in aggiunta SPA, senza i circuiti europei quali ad esempio Monza…

FS: Sono discretamente contento del calendario, ovviamente la cosa più importante e della quale sono molto felice è che finalmente torno al volante su veri circuiti; credo che correre praticamente tutto il campionato in Germania sia stata un’ottima decisione e compromesso per svolgere al meglio e in sicurezza tutte le gare. Sono anche molto contento che ci sia SPA, mi piace molto guidare l’ ed è una delle mie piste preferite, dall’altro lato della medaglia purtroppo non ci sarà Monza, pista dove ho sempre trovato una grande atmosfera.

MiP: Proprio a Monza lo scorso anno in Formula 3 hai fatto il tuo miglior risultato…

FS: Sì decisamente, sono arrivato settimo in gara 1 e ottavo nella seconda, un risultato mai raggiunto prima, purtroppo è stata una annata sfortunata con davvero pochi risultati e avevo bisogno sul finire di stagione di provare a dimostrare ciò che valevo e Monza è stata l’opportunità migliore che ho avuto e sono molto contento dei risultati ottenuti quel weekend!

MiP: Opinioni sul tracciato monzese?

FS: Al di là della storia e dell’atmosfera che si respira a Monza con tutti i tifosi, mi piace molto come tracciato, con lunghi rettilinei e alte velocità, si può dar vita a molti duelli e molti sorpassi, non ci si annoia proprio qui a Monza, si vive l’essenza delle gare e della velocità!

MiP: Sei passato dalle Formula al turismo presto, per scelta personale oppure per opportunità?

FS: Vero, ma devo dire che il DTM non è molto paragonabile al turismo, in quanto le velocità raggiunte e le prestazioni sono molto più simili a una Formula 2 che a una vettura GT, quindi dal mio punto di vista il DTM è uno dei maggiori campionati a cui un pilota può aspirare e posso essere solo fiero di farne parte!

MiP: Dove ti vedi tra 10 anni?

FS: Per quanto riguarda il motorsport vorrei vivere più a lungo possibile il mio sogno di pilota e diventare un driver professionista e molto veloce; per quanto riguarda la mia vita privata vorrei costruire una mia famiglia.

MiP: Hai un particolare pilota che ammiri e dal quale prendi spunto?

FS: Direi che di quelli attuali mi piace molto Max Verstappen per il suo carattere e temperamento in pista, mentre del passato Senna è una vera leggenda!

MiP: Grazie mille per il tempo dedicatoci e in bocca al lupo per la stagione!