Giornata conclusiva dell’ACI Racing Weekend, le gare del mattino

Giornata conclusiva dell’ACI Racing Weekend, le gare del mattino

18/10/2020 Off di Redazione

La seconda e ultima giornata di gare inizia prestissimo all’ Autodromo Nazionale di Monza, quando alle ore 9.00, con una temperatura di soli 8° scendono in pista per gara 2 i protagonisti della Formula Regional.

Al via scatta bene Rasmussen che prende la testa della gara, ma Pasma, il vincitore di gara 1, uscendo dalla prima variante sfrutta bene la scia, si incolla al leader e alla staccata della Roggia tenta il sorpasso e guadagna il primo posto, mentre dietro Leclerc è Petecof si danno battaglia per il terzo posto.

Nei primi giri Pasma cerca di allungare su Rasmussen, che rimane però a contatto, mentre i due Prema continuano a darsi battaglia, fino ad arrivare al contatto a Lesmo, che costringe Petecof ad una foratura e conseguente sosta ai box, mentre Leclerc ha una rottura del baffo anteriore, ma rimane in gara.

A 14 minuti dal termine l’uscita di pista della Chadwick fa entrare la safety car e il gruppo si ricompattare, Pasma in P1, Rasmussen secondo e Lappalainen terzo, mentre Leclerc ne approfitta per cambiare il musetto anteriore ai box; la gara riparte con 2 giri dal termine e Pasma riesce a conquistare la vittoria davanti a Rasmussen, Lappalainen e Chovet, ma subito dopo la bandiera a scacchi la direzione gara comunica che in fase di ripartenza è stata data una penalità al vincitore, che così lo retrocede in quarta posizione nella classifica finale, dando la vittoria di gara 2 al portacolori di casa Prema!

La seconda gara in programma è quella delle F4 Italia, che purtroppo già al via perde uno dei protagonisti con Andrea Rosso, il poleman, costretto ai box per un problema elettrico, mentre in gara tornano a darsi battaglia Pizzi e Minì che si scambiano vicendevolmente la testa della gara, fino all’uscita della safety car per un doppio contatto in prima variante e alla Lesmo 1 che mette KO Ugran e Delli Guanti, fino a quel momento in terza e quarta posizione ed in piena bagarre per la vittoria.

Alla ripartenza Pizzi è Minì allungano e continuano a battagliare per la vittoria, mentre dietro sono risaliti i due ragazzi del Team Prema Montoya e Bortoleto, che risalgono fino alla terza e quarta posizione ai danni di Fornaroli, ma a 2 giri dal termine Montoya tocca in prima variante il compagno di squadra e perde numerose posizioni, mentre Bortoleto riesce a mantenere la posizione.

Nell’ultimo giro Minì in uscita prima variante si fa sotto, ma Pizzi riesce a mantenere la posizione e guadagnare un discreto margine sul rettifilo opposto a quello di partenza, andando a conquistare la seconda vittoria a Monza in 2 gare, Gabriele Minì chiude secondo e Bortoleto terzo.

Nella gara 2 della Mini Challenge al via brutto incidente al via che coinvolge Gagliardini e Bencinetti che si toccano con il primo che impatta violentemente sulle barriere, ma per fortuna senza conseguenze; dopo una lunga safety car la gara riprende con 10 minuti dal termine e vede trionfare Sandrucci che rimonta lo svantaggio accumulato alla ripartenza da Tramontozzi, giunto secondo e Nicoli terzo.

Nell’ultima gara della mattina per le Clio Cup il poleman Trebbi in uscita di prima variante commette un errore è va in testacoda costringendolo in fondo al gruppo; al termine della gara vincitore Ballarini su Tarabini e Zanetti, nonostante la bandiera a scacchi presa per primo da Bensì, penalizzato però di 5 secondi per non aver rispettato la posizione alla ripartenza dalla safety car.