Il Milano Monza Open Air Show cambia pelle: più Milano e meno Monza la nuova formula

Il Milano Monza Open Air Show cambia pelle: più Milano e meno Monza la nuova formula

28/07/2020 Off di Redazione

Il Milano Monza Open Air Show, il salone dell’automobile che per la prima volta quest’anno da Torino è stato spostato in Lombardia, che inizialmente doveva tenersi in primavera e successivamente spostato a fine Ottobre dal 29 all’ 1 Novembre, avrebbe dovuto essere ospitato in gran parte all’interno dell’Autodromo Nazionale di Monza, ma è comunicazione odierna da parte degli organizzatori che l’evento è stato ristrutturato, mantenendo invariate le date, ma cambiando le location.

La rassegna automobilistica sarà prima di tutto gratuita, non ci sarà più il biglietto di 20 € previsto inizialmente e verrà organizzato principalmente nelle strade e piazze di Milano, 40 in tutto le location individuate, con Piazza Duomo a fare da centro all’intera manifestazione.

Le piazze e le vie milanesi diventeranno così vere protagoniste insieme ai marchi più prestigiosi dell’automobilismo, che allestiranno a Milano i propri stand, con vetture che potranno anche essere provate dal pubblico, previa prenotazione, in un’area allestita appositamente attorno al Castello Sforzesco, altro punto cruciale della rassegna.

Ripensata anche la Drivers Parade, inizialmente ideata per le sole strade di Milano, ma che in questa occasione partirà sì da Piazza Duomo per terminare all’Autodromo di Monza, come segno ideale per unire le due realtà.

E proprio in Autodromo cosa rimarrà di questa manifestazione?

Nei giorni del salone il circuito monzese sarà teatro di soli track day per gli appassionati dall’anima sportiva, che potranno provare i modelli sport delle vetture sia sul circuito di Formula 1 che sulla vecchia pista sopraelevata.

La scelta, come sottolinea il presidente del Milano Monza Open Air Show, Andrea Levy, è stata dettata poichè ”La situazione attuale ci ha condotti a un’evoluzione del format della nostra manifestazione che, diventando diffusa su un territorio ampio come quello di Milano, scongiura i rischi di assembramento e regala alla città e a tutto il sistema automotive la possibilità di ripartire, con tutte le accortezze del caso. Le case automobilistiche, e anche quelle motociclistiche, avranno così la possibilità di mostrare al pubblico delle vere e proprie anteprime assolute e questo sarà possibile grazie al supporto del Comune di Milano, che ha sposato il progetto.

L’Autodromo di Monza sarà per il tempio della passione, dove si daranno appuntamento i brand con l’anima racing, i collezionisti e i club, i quali si divertiranno girando sul circuito di Formula 1 e l’Anello Alta velocità”

Non ci resta che attendere la fine di Ottobre per vedere questa manifestazione, sperando che nel 2021 possa tornare così come era stata pensata inizialmente, con l’Autodromo di Monza a farla da location principale.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA